Autunno Americano #7

Il mio lavoro è friggere le ali di pollo nella più importante catena di supermercati dell’Ovest. Dalle sette di mattina alle cinque del pomeriggio, sette giorni su sette. Il cambio me lo dà un ragazzo portoricano di vent’anni che deve pagarsi l’università. Lui lavora fino a mezzanotte. Sono molto brava a friggere le ali di […]

Autunno Americano #5

Era iniziato tutto come una ragazzata. Eravamo giovani, un po’ cialtroni, annoiati. Cercavamo qualunque scusa, qualunque pretesto per uscire da quel grande buco nero che era la nostra vita, per non pensare troppo a quello che ci sarebbe toccato in sorte dopo la scuola, alle facce dei nostri genitori che sembravano averci messo al mondo […]

Autunno Americano #4

Paul, mio amato marito, quando ti sveglierai tra poche ore non troverai me ma questa lettera. L’ho scritta cercando di non svegliarti, buttando velocemente nella mia borsa le poche cose che mi saranno davvero utili nei prossimi giorni.Documenti, soldi, il telefono, beauty case. Cose così. La mia macchina fotografica, un block notes, una cartina geografica. […]