Cucina: il pane alle fragole selvatiche, una ricetta dei Nativi Americani.

5e2b5ee8d6bbc82f3543b4c16046011a

 

Questa è una ricetta dei Nativi Americani che io trovo semplice e di grande effetto, come tutte le cosidette ricette del cibo povero che povero proprio non è perchè racconta storie di tradizioni e culture, spesso scomparsi. Non si tratta esattamente di un dolce, ma può accompagnare pietanze sia salate (insalate, zuppe di verdura, pesce, carne) che dolci (un gelato con una macedonia, della frutta cotta in forno con della crema pasticcera).

Ingredienti: 1 etto di farina d’avena, 1 etto di farina comune, 1 bicchiere di latte di noci, 2 cucchiai di olio di noci, 1 uovo intero, 1 etto di foglie di fragola, 2 etti di fragole fresche (meglio se le trovate selvatiche).

Mescolate in una terrina la farina d’avena e la farina comune, in un’altra terrina mettete il latte, l’olio, l’uovo, le foglie di fragola tritate ed amalgamate bene. Versate poi questo composto nelle farine ed impastate bene. Passate il tutto in una teglia imburrata, aggiungendo per ultime le fragole e date all’impasto la forma di un panino rotondo alto circa 1/cm. La rotondità del panino rimanda alla forma sacra del cerchio, simbolo di cose potenti come il sole, la luna, la terra e il suo moto, il ciclo della vita e delle stagioni.

Cuocere in forno a 200° per circa 40 minuti.

Maria Cristina Codecasa Conti

Annunci