☆ Special Guest ☆ Alessandra Appiano: Natale in famiglia.

Alzi la mano chi non vive con un po’di ansia di prestazione (nei casi peggiori come un vero e proprio incubo) l’avvicinarsi delle feste natalizie, con raduni di famiglia che prevedono parenti di cui si conosce a stento il nome; cene o pranzi interminabili con portate caloriche e indigeste; discorsi noiosi e di circostanza che sembrano non finire mai; regali da fare all’ultimo momento e che si rivelano spesso inadeguati, a pupi che nel frattempo son cresciuti di tre spanne. La single recidiva vive con terrore l’incontro ravvicinato con la nonna, che le chiede sempre di quel bravo ragazzo di Luca, sparito nella nebbia dei troppi amori sbagliati; il marito fedifrago si domanda come farà a calmare l’amante imbufalita, che ovviamente detesta il suo Natale in famiglia; la sposina perfetta, la bella di casa, sfinita dal doversi presentare sempre in tiro, opterà per un look funereo (criticato dalla suocera) in pendant con l’umore. Perché bisogna pur ammetterlo: a Natale dovremmo essere tutti più buoni, ma nessuno riesce a essere meno pettegolo. I raduni di famiglia sono un’occasione unica per commenti perfidi su taglie sovrabbondanti e invecchiamenti precoci, senza contare che la crisi ha moltiplicato la possibilità di regolare i conti in sospeso. Il cognato top manager spaccone, ora disoccupato e accucciato, finalmente sta a suo posto, in un angolo; la zia divorziata e femme fatale, specializzata in ricconi e potenti, ha dovuto ripiegare sul vicino di pianerottolo cassintegrato (ma almeno non inquisito). Naturalmente ci sono anche le famiglie felici per davvero e in tutte le modalità (famiglie vecchio stile o allargato risolto), dove incontrarsi è un’autentica festa; dove parlarsi e confrontarsi un piacere dello spirito; aiutarsi e supportarsi un dovere morale; sorridere dei propri guai e superarli assieme una sfida avvincente: ma poiché generano troppa invidia cercheremo di far loro il miglior regalo possibile, farle passare inosservate.

©Alessandra Appiano

(Foto cover articolo: protagoniste, al museo delle cere di Londra, le statue della Regina Elisabetta in pullover decorato da un corgi, William e Kate in maglione matrimoniale, il principe Philip, Harry, e infine il principe Carlo con Camilla, quest’ultima, curiosamente, addobbata come Babbo Natale). Fonte http://bit.ly/2h55ypF

15167576_10211883409429435_8331788612620371157_o

Per seguire Alessandra Appiano:

http://giornimoderni.donnamoderna.com/affetti/amiche-di-salvataggio/

http://www.ilfattoquotidiano.it/blog/aappiano/

https://www.facebook.com/alessandra.appiano?fref=ts

Le Troisième Songe RINGRAZIA Alessandra Appiano per il suo contributo.

Col cuore.

♡♡♡

 

Annunci